Trans focosa insaziabile racconta le sue perversioni

Un trans e le sue perversioni a disposizione del fortunato di turno, ne viene fuori un racconto che solo a leggere ciò che scrive fa venire voglia di viversi qualcosa di forte con lei e la curiosità di sapere come possa essere intriga ancora di più.

Quando si ha voglia di trasgredire non ci sono ostacoli insuperabili

A letto sono una porcella, nulla mi frena se il desiderio di possedere qualcuno è forte, quindi mi adopero con tutti i punti di forza che ho e faccio qualsiasi cosa per farlo cadere nelle mie brame regalandoci poi qualcosa che lo farà impazzire del tutto. Proprio per dare bene idea di cosa sono capace, racconterò un’esperienza che vi darà modo di capire bene che tipo di persona io possa essere.

Ci tengo però a precisare che sono trans oltre ad essere focosa ed insaziabile, mi chiamo Jasmine ed ho 34 anni, vivo in Italia, precisamente Ravenna, da diversi anni anche se di origini sono magrebina.

Ora inizio a raccontare cosa mi è capitato, dicendovi che il tutto è partito da un locale dove ero a ballare con delle mie amiche e la fortuna mi ha fatto conoscere Dante, un ragazzo napoletano di 32 anni che si è mostrato molto focoso.

Mentre ero in pista a ballare con la mia amica Lidia, ho notato il modo di ballare di questo bel ragazzo leggermente scuro di carnagione con quel filo di barba che mi faceva impazzire.

Anche lui era in compagnia dei miei amici ma quando i nostri sguardi hanno iniziato ad incrociarsi e da lì in poi la distanza tra noi si è andata a ridurre, più ci avvicinavamo e più aumentavano i miei pensieri perversi.

Quando ci siamo ritrovati a pochi centimetri l’uno dall’altro è venuto facile sorriderci ed iniziare a ballare insieme, come è mio solito, ho iniziato a sedurre e lui si lasciava soggiogare dal mio modo di fare, gli strusciavo addosso e sentivo come la sua eccitazione lievitava di gradi.

Ciò mi portava ad essere ancora più porcellina e quindi ho iniziato ad usare le mie labbra sul suo collo e di conseguenza anche la lingua, ciò è servito anche a far uscire il suo lato più audace.

L’eccitazione quindi stava prendendo di più anche me, Dante era un vero seduttore, con il suo metro e 73 di altezza ed il fisico da calciatore ben definito mi stava facendo pensare ad una notte di fuoco insieme a lui.

La voglia sale e l’eccitazione impazzisce

Man mano che ballavamo, i nostri corpi erano sempre più caldi, io indossavo solo su un vestitino con una scollatura che mostrava il mio seno, rifatto, di terza taglia, mentre il bel napoletano aveva addosso una camicia, con qualche bottone sbottonato, grazie alla mia curiosità di vedere il suo petto.

Non era più tanto normale rimanere ancora in pista, la voglia era tanta per entrambi, quindi siccome eravamo vicino ad una località turistica, abbiamo deciso di spostarci sulla spiaggia dove nessuno ci avrebbe disturbati.

Pochi metri di cammino ed eravamo nel buio totale con la sola luna che ci faceva da illuminazione, il tempo di posarci sulla sabbia ed eravamo già mezzi nudi, Dante aveva tolto la camicia e mi aveva denudata posando la sua lingua sul mio seno e scendendo con essa lungo l’ombelico.

Ero in piena euforia e così gli ho sbottonato i pantaloni e con essi anche i boxer, la mia bocca così ha avuto modo di scendere tra le sue gambe e fargli capire bene di cosa potessi essere capace.

Ha iniziato a godere e mi diceva che ero una vera maiala, io a sentire i suoi tanti modi di chiamarmi non facevo altro che fargli aumentare il piacere fisico e così la mia lingua giocava in tutta la sua zona intima. Il sesso orale ricevuto ha fatto si che il mio partner mi sdraiasse del tutto atterra ed iniziasse a leccarmi ovunque, poi mi ha invitato a mettermi a 90 per darmi quelle spinte che tanto stavo aspettando di ricevere.

Come ho sentito dentro di me il suo organo sessuale così duro, ho provato un piacere davvero forte, lui nel frattempo alternava il modo di spingermi e quel ritmo così me lo faceva desiderare ancora di più. I gemiti non potevo più trattenerli e così si sono trasformati in urla di piacere e niente ci ha impedito ad entrambi di provare qualcosa di veramente passionale.

La sua voglia di farmi godere e di ricevere lo stesso trattamento stava andandosi ad esaurire perché entrambi stavamo giungendo all’orgasmo e quando finalmente è arrivato gli ho fatto capire cosa vuol dire avere a che fare con una sexy trans in calore.

Lui ovviamente mi ha invitato a ripetere questa esperienza ancora qualche volta ed io dopo essere stati così bene ed appagata altrettanto, di certo non potevo dirgli di no. Sono passati un paio di mesi da quell’incontro così interessante e finora ho avuto modo di farlo ancora un paio di volte con lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Chiudendo questo messaggio:
  • Dichiari di avere più di 18 anni.
  • Sollevi da qualsiasi responsabilità il creatore del sito, il suo titolare e il provider che lo ospita.
  • Dichiari che il luogo in cui sei, ti permette di poter vedere contenuti per adulti.
Inoltre dichiari anche di sapere che questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questa popup, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti ad usare i cookie.